Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Locazioni

Locazioni

Locazioni

Nullità del contratto di locazione non registrato – Conseguente impossibilità di ricorrere al procedimento di sfratto per morosità – Art. 1, comma 346, della legge 311/2004 - Illegittimità costituzionale – Non sussiste

Corte cost., ord. 9 aprile 2009 n. 110

(Pres. Amirante, est. Finoscchiaro)

Si sospetta della legittimità costituzionale dell'art. 1, comma 346, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 poiché avrebbe creato un vulnus all'art. 24 della Costituzione, perché la sanzione della nullità del contratto di locazione non registrato impedirebbe al locatore di giovarsi del procedimento sommario di sfratto per morosità, potendo lo stesso recuperare la disponibilità dell'immobile solo a seguito dell'utile esperimento della meno agevole azione ordinaria per occupazione sine titulo, e allo stesso tempo equiparerebbe il conduttore ad un mero occupante sine titulo, con conseguente precarietà della disponibilità dell'immobile e non azionabilità dei diritti a lui attribuiti dallo statuto locativo. La questione non è, però, fondata, perché il parametro invocato (art. 24 cost.) non è conferente in quanto la norma impugnata non introduce ostacoli alla tutela giurisdizionale (Fattispecie in cui il Tribunale di Napoli, sezione distaccata di Ischia, aveva sollevato questione di legittimità costituzionale dell'art. 1, comma 346, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 – recante Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - legge finanziaria per il 2005 - per contrasto con gli artt. 3, 24 e 41 della Costituzione)