Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Immigrazione e stranieri

Immigrazione e stranieri

Immigrazione e stranieri

Unità familiare dello straniero - Revoca permesso di soggiorno - Impugnativa - Rito sommario di cognizione - Sussiste - At. 20, comma I, dlgs 150/2011

Trib. Varese, Sezione Prima Civile, decreto 24 ottobre 2011

 

I provvedimenti del Questore di revoca del permesso per motivi familiari, originariamente concesso, o di rifiuto del rinnovo dello stesso (il che, giuridicamente, configura di fatto un "diniego") ricadono sotto il fascio applicativo dell'art. 30, comma VI, d.lgs. 286/1998, anche là dove vi sia consequenziale avviso di espulsione, essendo, comunque, la cognizione del Giudice rivolta alla materia principale e assorbente dell'"unità familiare" dello straniero. In questi casi, pertanto, in virtù dell'art. 20 comma I d.lgs. 150/2011, devono seguirsi le norme processuali del rito sommario di cognizione ex artt. 702-bis e ss. c.p.c.