Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Famiglia

Famiglia

Famiglia

AUDIZIONE DEL MINORE - DINIEGO DI ASCOLTO - AMMISSIBILITÀ - SUSSISTE - RAGIONI - MOTIVAZIONE

Cass. Civ., sez. I, sentenza 15 marzo 2013 n. 6645 (Pres.Carnevale, rel. Giancola)

Il diniego di ascolto del minore può essere fondato sulla valutazione dell'età, delle condizioni e dei disagi già manifestati dallo stesso, quali emersi nel contesto delle risultanze processuali, anche documentali e, quindi, sulla conclusiva, seppure implicita, attribuzione di prevalenza alle esigenze di tutela dell'interesse superiore del bambino, anche a non essere ulteriormente esposto a presumibili pregiudizi derivanti dal rinnovato coinvolgimento emotivo nella controversia che vedeva contrapposti i genitori.