Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Famiglia

Famiglia

Famiglia

Litispendenza internazionale – Criteri interpretativi – Identico rapporto sostanziale - Art. 7 Legge 218/1995

Cass. Civ., Sez. Un., sentenza 28 novembre 2012 n. 21108 (Pres. Preden, est. Piccininni)

La litispendenza internazionale assurge a criterio negativo, sia pur temporaneo, della giurisdizione del giudice italiano per evitare inutili duplicazioni ed eliminare il rischio di conflitti di giudicati. Ai fini della nozione di litispendenza deve essere privilegiata una interpretazione sostanzialistica, non agganciata a criteri formalistici. Ne consegue che per giudicare due cause identiche e dunque l’esistenza della litispendenza va considerato se il giudizio italiano e straniero abbiano ad oggetto un identico rapporto sostanziale e su quello i giudici siano chiamati a decidere. Il giudice dotato di potestas decidendi è quello adito per primo.