Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Famiglia

Famiglia

Famiglia

Annullamento del matrimonio concordatario - effetti sul giudizio di divorzio - Provvedimenti per i figli - Cessazione della materia del contendere - esclusione


Cass. civ., Sez. I., sentenza 14 luglio 2011 n. 3807

(Pres. Luccioli)

Dopo la pronuncia di nullità del matrimonio si producono ugualmente gli effetti del matrmonio valido (art. 128, commi II e IV c.c.) rispetto ai figli nati o concepiti durante il matrimonio e non si modifica sostanzialmente il regime giuridico per quanto concerne i provvedimenti che il giudice adotta nei loro riguardi, poiché l'art. 129, comma II, c.c. Richiama espressamente l'art. 155 del codice civile. Ne consegue che, resa esecutiva la sentenza della giurisdizione ecclesiastica dichiarativa della nullità del matrimonio, in pendenza della causa di cessazione degli effetti civili del matrimonio (o di separazione dei coniugi), per un verso non viene meno il potere dovere del giudice di adottare i provvedimenti riguardo ai figli; per altro verso rimane ferma la possibilità per i coniugi di chiedere in ogni tempo la revisione delle disposizioni concernenti la misura e le modalità del contributo