Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Famiglia

Famiglia

Famiglia

Riconoscimento del figlio naturale – Impugnazione – Difetto di veridicità – Art. 263 c.c.

Cass. civ., sez. I, 8 maggio 2009 n. 10585

(Pres. Luccioli, est. Schirò) 

L'impugnazione per difetto di veridicità del riconoscimento di un figlio naturale postula, a norma dell'art. 263 c.c., la dimostrazione dell'assoluta impossibilità che il soggetto che abbia inizialmente compiuto il riconoscimento sia, in realtà, il padre biologico del soggetto riconosciuto come figlio (Nella fattispecie la Corte ha dato continuità ad un indirizzo già consolidato cfr. Cass. 1990/7700; 1995/12085; 2003/4462)