Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Contratti (singoli)

Contratti (singoli)

Contratti (Singoli)

Vendita – Garanzia Edilizia – Impegno del venditore ad eliminare i vizi della cosa venduta – Incidenza sulla prescrizione – Mera interruzione o decorso di quella decennale – Rimessione alle Sezioni Unite

Cass. Civ., sez. II, sentenza 17 aprile 2012 n. 6009 (Pres. Felicetti, rel. Giusti)

Qualora il committente, rilevata l'esistenza di vizi dell'opera, non ne pretenda l'eliminazione diretta da parte dell'esecutore del lavoro, chiedendo, invece, il risarcimento del danno per l'inesatto adempimento, il credito dell'appaltatore per il corrispettivo pattuito non viene messo in discussione (Cass., Sez. II, 5 marzo 1979, n. 1386; Cass., Sez. II, 14 luglio 1981, n. 4606; Cass., Sez. II, 23 gennaio 1999, n. 644; Cass., Sez. II, 17 aprile 2002, n. 5496) (Nel caso di specie, dinanzi alla domanda della ditta appaltatrice opposta, di pagamento del corrispettivo, la committente opponente eccepiva che i lavori non erano stati eseguiti a regola d'arte, concludendo per la revoca del decreto ingiuntivo opposto con la compensazione dell'eventuale residuo compenso spettante alla parte opposta; e domandava la condanna di quest'ultima al risarcimento dei danni pari alle somme necessarie per la sostituzione del pavimento o comunque per la sua esecuzione a regola d'arte)