Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Giurisprudenza > Giurisprudenza Alte Corti > Indice Generale > Arbitrato

Arbitrato

Arbitrato

Attività di arbitro – Svolta da Avvocato – Imputazione dei compensi all'associazione professionale di appartenenza

Cass. civ., sez. trib., 1 giugno 2009 n. 12777

(Pres. Lupi, rel. Iacobellis)

L'attività di arbitro svolta da un avvocato rientra tra quelle tipiche della sua professione, e nulla vieta che possa essere svolta da un professionista aderente ad una associazione professionale, costituita ai sensi dell'art. 1 della legge 23 novembre 1939 n. 1815. Ne consegue che, in quest'ultima ipotesi, legittimamente il professionista imputa i compensi derivanti dall'attività di arbitro all'associazione professionale, ove tale obbligo sia previsto dall'atto costitutivo dell'associazione professionale, ed è onere dell'amministrazione che alleghi un intento elusivo sotteso da tale condotta, dimostrarne l'esistenza (Nella fattispecie, la Suprema Corte, enunciando il principio di diritto sopra menzionato, ha accolto il ricorso proposto)